Ti serve la Dichiarazione di Conformità per i tuoi impianti?

Aziende e tecnici abilitati a fornirti il Certificato di Conformità per l'impianto elettrico, termoidraulico, gas e pompa di calore

Come richiedere la Dichiarazione di Conformità su ProntoDiCo.it in tre semplici passi

Ti chiamiamo noi!

PER LE CERTIFICAZIONI DI IMPIANTI A GAS, CALDAIA E STUFE SONO ESCLUSE LE SEGUENTI REGIONI:
Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Oppure inviaci una richiesta tramite il nostro form

COME FUNZIONA PRONTODICO?

Ecco gli step
1

Ricerca
e Prezzi

Dopo la richiesta verrai contattato dal nostro Team per verificare disponibilità e prezzi di Tecnici o Aziende nella tua zona

2

Contatto
e Sopralluogo

Il Tecnico ti contatta, senza impegno, per pianificare un Sopralluogo a casa (è obbligatorio il Sopralluogo per redigere il Documento)

3

Consegna
e Pagamento

Paghi il Certificato di Conformità solo alla consegna, anche con POS o bonifico direttamente al tecnico, con regolare fattura

Inviaci una richiesta gratis e senza impegno!

PER LE CERTIFICAZIONI DI IMPIANTI A GAS, CALDAIA E STUFE SONO ESCLUSE LE SEGUENTI REGIONI:
Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Ottimo! Verrai ricontattato da un nostro operatore sul numero che ci hai lasciato nel più breve tempo possibile.
Ops! C'è stato un problema nell'invio della tua richiesta.
Seleziona gli impianti o gli elementi per i quali hai bisogno della conformità.
Dati

COS'É LA DICO?

Di cosa si tratta

Il requisito della Dichiarazione di Conformità è stato introdotto con la legge 5 marzo 1990, n. 46, nota a tutti come Legge 46/90.
Il successivo D.M. 22 gennaio 2008 n. 37, oltre a specificare meglio i modelli da utilizzare per le dichiarazioni, ha sancito due principi:

  1. Che la "Dichiarazione di Conformità" deve essere fatta per ogni tipo d'impianto e di edificio (prima esisteva la differenza tra civile abitazione ed uso industriale e terizario);
  2. Che per gli impianti realizzati prima del 2008 (data del D.M.) era possibile realizzare una "Dichiarazione di Rispondenza", priva di un modello definito ed avente il carattere di una "relazione tecnica" e di una raccolta di dati tecnici e d'altra natura, come foto e schede.

La Dichiarazione di Conformità - il Certificato DiCo

Quando viene richiesta la dichiarazione di conformità?

QUANDO VIENE RICHIESTA?

I casi nei quali hai bisogno della dico

La Dichiarazione di Conformità (DiCo)viene richiesta o può essere richiesta in alcune circostanze tipiche:

  • Quando si vende un immobile
  • Quando si affitta un immobile
  • Quando si richiedono allacciamenti (attivazione gas, luce, acqua)
  • Quando si richiedono bonus o incentivi (condizionati, caldaie, antifurti e altro)
  • In altre circostanze, variabili in dipendenza da atteggiamenti e regolamenti comunali e altro


PER QUALI IMPIANTI?

Gli impianti per i quali serve la DICO

È obbligatoria per ogni tipo di impianto, ed in particolare:

  • Impianti elettrici
  • Caldaie
  • Impianti di riscaldamento/termoidraulici
  • Impianti di condizionamento
  • Impianti idro-sanitari
  • Linee gas

Per quali impianti serve la Dichiarazione di Conformità?

Chi rilascia la Dichiarazione di Conformità DiCo

CHI LA RILASCIA?

Da chi viene emessa la DICO

La dichiarazione di conformità, indicata anche con il nome di Certificato di Conformità CeCo, viene rilasciata da aziende e tecnici abilitati. Si tratta di operatori che detengono le "lettere" di abilitazione nella loro camera di commercio. Presta sempre attenzione che l'azienda che rilascia il certificato possegga i requisiti altrimenti il certificato è nullo.


#FAQ - Le domande più frequenti

Se l’impianto non è conforme alla normativa vigente non può essere certificato. Si potranno proporre delle modifiche oppure il tecnico verbalizzerà l’impossibilità di rilasciare la dichiarazione di conformità.

Se l’impianto non è certificabile non dovrai pagare nulla. Il tecnico darà informazioni sul tipo di intervento da effettuare per rendere l’impianto conforme alla normativa. Essendo il tecnico anche una azienda installatrice potrebbe effettuare direttamente l’intervento dietro accordo con il cliente. Se il cliente decidesse di far effettuare gli interventi ad un altra ditta, il tecnico che ha fatto il sopralluogo è disponibile successivamente a rilasciare la dichiarazione di conformità qualora il cliente fosse interessato.

Se preferisci non fare gli interventi consigliati dal tecnico, non dovrai pagare nulla. Chiaramente non verrà rilasciata la dichiarazione di conformità.

I documenti che compongono una Dico sono i seguenti :

  • La dichiarazione di conformità è composta dai dati dell'immobile, dati del titolare dell'immobile, dati della società che rilascia la dichiarazione di conformità
  • Schema dell'impianto
  • Relazione dei materiali dell'impianto
  • Visura camerale della società che attesta che la società che rilascia la dichiarazione di conformità, possiede i requisiti necessari

La dichiarazione di conformità non ha scadenza e quindi non ha bisogno di essere aggiornata, questo è valido se e solo se non vengono apportate modifiche all’impianto dopo il rilascio della dichiarazione di conformità. In caso di modifica all’impianto la dichiarazione di conformità non avrebbe più valore ed è necessario redigerne una nuova.

Come documentazione da preparare non c'è nulla di complesso

  • Dati catastali dell'immobile, foglio particella e sub (se non li possiedi possiamo aiutarti noi)
  • Dati anagrafici del proprietario dell'immobile

La normativa impone che per gli impianti realizzati dopo il 2008 si debba rilasciare la Dichiarazione di conformità mentre per quelli realizzati prima del 2008 è possibile anche una dichiarazione di rispondenza. Sarà il tecnico dopo la sua analisi a rilasciare il certificato più idoneo dato lo stato dell’impianto oggetto di analisi.